Persepolis, la prima graphic novel sulla storia iraniana

Culture
Condividi

“Scrivere Persepolis è stato molto importante per me. Credo che non si possa giudicare una nazione intera per gli errori di pochi estremisti. E non voglio che vengano dimenticati tutti quegli iraniani che hanno perso la vita in prigione per difendere la libertà, coloro che sono morti nella guerra contro l’Iraq, che hanno subito la repressione dei diversi regimi, che sono stati costretti a lasciare le loro famiglie e fuggire dal loro Paese. Si può perdonare ma non si deve dimenticare.”, afferma Marjane Satrapi.

La graphic novel autobiografica scritta e disegnata dall’illustratrice iraniana e divenuta film d’animazione nel 2007, è oggi considerata dal Guardian tra le migliori del Ventunesimo secolo.

Persepolis è una splendida graphic novel, pubblicata in Francia a partire dal 2000, che descrive con originalità e rigore l’universo islamico trattando eventi storici di grande portata ed approfondendo la cultura islamica attraverso gli occhi di una bimba/ragazza con tono autobiografico, alternando momenti dolorosi e felici ed utilizzando al meglio un linguaggio misto di biografia/diario, reportage, poesia e umorismo.

Il fumetto, un’opera di oltre 300 pagine, descrive la vita di Marjane Satrapi dall’infanzia in Iran, a cavallo della caduta dello Scià e dell’avvento della rivoluzione islamica con il nuovo integralismo, alla successiva maturità in Europa dove una ragazza ormai cresciuta conoscerà un nuovo mondo ed uno stile di vita completamente differente da quello del suo paese, non privo anch’esso di contraddizioni. Infine la protagonista tornerà nel suo paese con la sua nuova coscienza e cultura, laica e occidentale.

Disegnato con uno stile apparentemente semplice ma ricco di sfumature in un bianco e nero efficace il fumetto di Persepolis ha avuto uno straordinario successo in tutto il mondo divenendo anche un film d’animazione francese nel 2007, vincitore del premio della giuria al Festival di Cannes 2007.

In Italia è pubblicato a partire dal 2002 dalle Edizioni Lizard ma vede numerose successive ristampe, anche nelle collane

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *