Paradisi fiscali, il denaro delle banche europee in 17 Paesi

EconoMi@
Condividi

Secondo un recente rapporto dell’Eu Tax Observatory, un ente di ricerca indipendente della Paris School of Economics, le 36 principali banche europee hanno spostato in un anno quasi 20 miliardi di euro di utili nei paradisi fiscali per eludere le imposte, ovvero circa il 14% degli utili totali degli istituti di credito.

I trasferimenti sono distribuiti in 17 diversi Paesi: Bahamas, Bermuda, Guernsey, Gibilterra, Hong Kong, Irlanda, Isola di Man, , Isole Cayman, Isole Virgin Britanniche, Jersey, Kuwait, Lussemburgo, Macao, Malta, Mauritius, Panama e Qatar.

Le banche italiane

Tra le quindici banche ad aver spostato più denaro all’estero, tre sono italiane: Monte dei Paschi di Siena è la seconda, con oltre il 50% dei suoi utili inviati in paradisi fiscali, seguita da Intesa San Paolo, al decimo posto con circa il 12% dei profitti; Unicredit, al quindicesimo posto, con circa il 7%. Negli ultimi sette anni proprio Monte dei Paschi e Intesa San Paolo sono le banche in cui più sono aumentati i trasferimenti nei paradisi fiscali.

Qui il rapporto integrale

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *