Scioglimento ghiacci, si sta muovendo la crosta terrestre

Scienza
Condividi
Man mano che il carico ghiacciato dei continenti si dissipa, il terreno si deforma, non solo nelle immediate vicinanze, ma anche in luoghi remoti.
La perdita di ghiaccio che si scioglie da masse terrestri come la Groenlandia e l’Antartide sta causando una leggera deformazione della crosta del pianeta, anche in punti a più di 1.000 chilometri dalla perdita di ghiaccio.

Lo scioglimento del ghiaccio rimuove la massa dai continenti della Terra. Liberata dal peso sovrastante, la terra un tempo ricoperta di ghiaccio si solleva. Questa risposta verticale è stata molto studiata, ma Sophie Coulson dell’Università di Harvard a Cambridge, nel Massachusetts, e i suoi colleghi hanno voluto analizzare come il terreno si sposta orizzontalmente. Hanno raccolto dati satellitari sulla perdita di ghiaccio dalla Groenlandia, dall’Antartide, dai ghiacciai montani e dalle calotte glaciali e li hanno combinati con un modello di come la crosta terrestre risponde ai cambiamenti di massa.

Tra il 2003 e il 2018, lo scioglimento dei ghiacci della Groenlandia e dei ghiacciai artici ha causato lo spostamento orizzontale del suolo in gran parte dell’emisfero settentrionale e fino a 0,3 millimetri all’anno in gran parte del Canada e degli Stati Uniti. In alcune zone, anche lontane dallo scioglimento dei ghiacci, il movimento orizzontale era maggiore di quello verticale.

Su Unione Geofisica Americana (AGU), lo studio integrale

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *