decameron censura

I 10 libri più censurati di sempre. La classifica

Culture
Condividi

Un modo per limitare la libertà di un popolo è anche quello di censurare i libri. In moltissimi paesi la libertà di pensiero è stata ostacolata proprio in questo modo. Che le ragioni siano politiche, religiose o di qualsiasi altra natura, è assurdo che ancora oggi ci siano libri che in alcune parti del mondo non possono essere letti. 

📝 I 10 LIBRI più censurati di sempre.

🔸 Decameron, Giovanni Boccaccio

Primo tra i libri più censurati di sempre è il “Decameron”. Considerato volgare dai colti del suo tempo, ma soprattutto immorale dalle autorità ecclesiastiche. Prima di diventare materia di studio quale è oggi, fu messo all’indice.

🔸 Il Principe, Niccolò Machiavelli

Messo tra i libri proibiti della Chiesa dal Papa Paolo IV nel 1599, “Il Principe” fu scritto nel momento più buio della storia d’Italia, mentre potenze straniere si contendevano i ricchi ma deboli Stati regionali, contiene il sapere che Machiavelli aveva acquisito in quindici anni di amministrazione dello Stato.

🔸 L’origine della specie, Charles Darwin

La teoria evolutiva andava contro la Genesi biblica, ancora oggi soprattutto negli Stati Uniti l’insegnamento creazionista e quello evoluzionista sono purtroppo materia di dibattito. Questo capolavoro della letteratura moderna ha cambiato per sempre il nostro modo di vedere il mondo, segnando da allora un “prima” e un “dopo”.

🔸 L’amante di lady Chatterly, David Herbert Lawrence

Pur essendo uscito nel 1928, il libro è stato bandito per 32 anni, fino al 1960, per scene e linguaggio apertamente osceni.

🔸 Il Dottor Zivago, Boris Pasternak

Il manoscritto fu rifiutato da molti editori in madrepatria, perché troppo avverso alla rivoluzione socialista. In Italia, si decise di pubblicarlo lo stesso, nonostante il KGB cercò di censurarlo in maniera tale che non fosse possibile la pubblicazione nei paesi esteri.

🔸 La fattoria degli animali, George Orwell

Tra i romanzi politici più importanti della storia, “La fattoria degli animali” è stato quello che più di tutti ha ricevuto censure e divieti di pubblicazione un po’ in tutto il mondo. L’acuta satira orwelliana contro il totalitarismo è unita in questo apologo a una felicità inventiva e a un’energia stilistica che pongono il libro tra le opere più celebri della narrativa del Novecento.

🔸 1984, George Orwell

Sempre per l’ideologia politica, 1984 è stato censurato per 40 anni (1950-1990) nell’Unione Sovietica.

🔸 I versi satanici, Salman Rushdie

Questo è uno dei casi più estremi, considerato un vero e proprio insulto, o peggio una bestemmia, dal mondo islamico, l’autore oggi vive sotto scorta, poiché l’ayatollah Khomeini nel 1989 ne annunciò via radio la condanna a morte.

🔸 Lolita, Vladimir Nabokov

In Francia “Lolita” fu bloccato per due anni con l’accusa di pedofilia.

🔸 American Psycho, Bret Easton Ellis

Il libro di di Bret Easton Ellis non può essere tutt’ora letto in Australia.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *