Come annullare la “sindrome da impostore” post dottorato

Guide & Utili
Condividi

Sindrome dell’impostore è un modo informale e non tecnico per definire una strana condizione mentale. Quella di chi, avendo ottenuto ampi e ripetuti riconoscimenti del proprio valore e una (meritata) dose di successo, di quel successo si sente indegno o immeritevole. E continua a sentirsi così nonostante ogni oggettiva evidenza contraria.

Studiare la precarietà delle carriere di ricerca accademica come parte del suo dottorato non ha protetto Kelsey Inouye dallo stress della sua ricerca di un lavoro post-PhD.

“Nessuna quantità di lezioni o conoscenza accademica avrebbe potuto prepararmi per il senso di fallimento che ho sentito”, scrive.

“Quello che ha aiutato di più è stato imparare a separare il mio senso di identità dal successo accademico.”

Ricercatrice post-doc nelle traiettorie di carriera delle persone con dottorato, condivide strategie per gestire la sindrome da impostore post-PhD, basate sulle prove.

Leggi l’intero articolo su Nature

Foto Credits: Keystone/Zuma/Shutterstock

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *