pagamenti Apple

Apple, per la Commissione UE è abuso di posizione dominante

EconoMi@
Condividi

La Commissione europea e Apple si preparano allo scontro. Lunedì, infatti, Bruxelles ha accusato la compagnia Usa di violazione delle leggi europee sulla concorrenza per abuso di posizione dominante. Secondo la Commissione, l’azienda agirebbe in un regime di monopolio de facto impedendo agli sviluppatori di servizi di pagamento concorrenti ad ApplePay di utilizzare sui suoi dispositivi la tecnologia standard utilizzata per i pagamenti contactless, chiamata “Near-Field Communication” (Nfc). Sui dispositivi mobili Apple è possibile al momento usare solo ApplePay per i pagamenti contactless.

I pagamenti contactless di Apple

Questa pratica viola l’articolo 104 del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea, che sanziona “lo sfruttamento abusivo da parte di una o più imprese di una posizione dominante sul mercato interno”. Per la vicepresidente della Commissione Margrethe Vestager, le prove raccolte durante l’indagine preliminare dimostrano che “Apple ha limitato l’accesso di terzi alla tecnologia chiave necessaria per sviluppare delle soluzioni di portafogli mobili concorrenti sugli apparecchi di Apple”. L’azienda si è giustificata sostenendo di agire in questo modo per motivi di sicurezza, ma la Commissione non ritiene sia una motivazione valida. Se riconosciuta colpevole di abuso di posizione dominante, la compagnia Usa rischia una multa pari al 10% del suo fatturato annuo globale.

Fonte: Commissione europea, The Vision

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.